Progetto pedagogico-educativo - Scuola dell'Infanzia "SS.Innocenti"

Vai ai contenuti

Menu principale:

Progetto pedagogico-educativo

I servizi 0-6 > Asilo nido
L’Asilo Nido si caratterizza per una programmazione educativa che cura, rispetta e valorizza le esigenze e le potenzialità dei bambini nelle diverse fasce di età
La finalità del nido  è quella di favorire lo sviluppo armonico del bambino in tutti i suoi aspetti, sostenendo l’apprendimento e lo sviluppo delle competenze sia con attività di routine che con esperienze costruite dalle educatrici in base all’osservazione dei bambini.
Obiettivi specifici sono:
• Favorire l’acquisizione di adeguati livelli di autonomia in relazione ad alimentazione, igiene, abbigliamento;
• Favorire lo sviluppo di nuove e più strutturate modalità comunicative,
• Promuovere un armonico sviluppo motorio;
• Stimolare lo sviluppo cognitivo attraverso la scoperta e l’esperienza dell’ambiente e della realtà circostante;
• Favorire un equilibrato sviluppo affettivo e sociale attraverso significativi contesti relazionali e momenti di incontro con figure di riferimento con gli altri bambini.
Le modalità attraverso cui si sviluppano gli obiettivi è l’approccio ludico graduale che prevede la realizzazione di attività esplorative, giochi di imitazione, di costruzione, esperienze grafiche, musicali, motorie e manipolative. Il raggiungimento degli obiettivi viene verificato, periodicamente, con osservazioni sul gruppo e sul singolo bambino, condotte sia dalla singola educatrice sia dal gruppo delle educatrici
La progettazione educativa parte da un approccio di educazione in natura che trova i suoi principali  riferimenti pedagogici in Froebel, John Dewey, Giuseppina Pizzigoni, Lucy Latter, Maria Montessori, Gardner, Richard Lou, Baden Powel
La progettazione educativa viene costruita dal team educativo e dalle educatrici con la supervisione della coordinatrice durante l’anno partendo da un approccio esperienziale e dalle sollecitazioni portate dai bambini.
L’educatore ha infatti il compito di progettare degli imput iniziali utili ai cogliere, scegliere e rilanciare le sollecitazioni dei bambini affinché si trasformino in apprendimento, utilizzando l’imprevisto come risorsa.
 
Torna ai contenuti | Torna al menu